mercoledì 11 dicembre 2013

Passeggiare alla festa dell'albero delle luci e dell'accoglienza

Il Natale è ormai alle porte e, per favorire le tante attività che si svolgono nel quartiere in questo periodo , abbiamo deciso di sospendere la nostre passeggiate serali fino al 14 di gennaio.
Nonostante la temporanea sospensione, quest'anno la neonata Passeggiate Peripatetiche ha deciso di partecipare alla festa dell'Albero delle Luci e dell'Accoglienza insieme a APPasseggio e al Comitato Innocenzo X- Pamphili organizzando una camminata condivisa lungo le vie di Monteverde Vecchio dalle 9,30 alle 10,30 per apprezzarne le bellezze, le peculiarità e sperimentare "con i propri piedi" quanto sarebbe bello e piacevole potersi muovere liberamente e con facilità nelle vie del quartiere.
Carrozzine, bambini, cani sono graditi ospiti!!!
Durante la giornata ci saranno molte altre iniziative promosse dalle altre associazioni del quartiere.
Nella bacheca percorsi troverete l'itinerario che sarà inviato insieme alla brochure dell'iniziativa a tutti gli iscritti della nostra mail list.
L'appuntamento è alle 9,20 nel piazzale della Stazione Quattro Venti presso il Gazebo che ospiterà le tre Associazioni.
Vi aspettiamo numerosi!!! BUON NATALE A TUTTI

domenica 17 novembre 2013

Passeggiare in notturna

L'inverno è ormai alle porte ma l'incanto di passeggiare nel nostro quartiere non si è perso.
Il nuovo itinerario, che tra breve metteremo sul blog, ci consente di ammirare il Fontanone illuminato ed un panorama davvero splendido della nostra città magica.
Visto che la luce naturale ci ha temporaneamente abbandonato il nostro equipaggiamento si arricchirà, oltre alle solite scarpe comode, se lo possedete, di un giubbotto catarifrangente. Lo avrete di certo nella Vs. auto.
In queste settimane tante sono le iniziative del quartiere, di cui riceverete notizia tramite mail, ma anticipiamo a tutti che Passeggiate Peripatetiche con Appasseggio e Comitato Innocenzo X quest'anno parteciperà all'iniziativa promossa dal Comitato di Quartiere Quattroventi ed ad altre associazioni alla festa dell'Albero di Natale. Tenetevi liberi domenica 15 dicembre per la passeggiata che organizzeremo dalle 9.30 alle 10.30 attraverso i due quadranti di monteverdevecchio.
Nel frattempo Vi aspettiamo come al solito martedì e giovedì a Largo Oriani ore 19.00.


venerdì 6 settembre 2013

Ricominciamo a passeggiare...

Ben ritrovati a tutti!!
Come annunciato prima dell'estate, riprendono le passeggiate bisettimanali per il nostro quartiere.
Martedì 10 settembre ore 19.00 come sempre appuntamento a Largo Oriani.
Questa iniziativa, che si sta diffondendo sempre di più in giro per l'Italia, sta riscuotendo un notevole interesse sia nelle piccole come nelle grandi città.
Siamo fermamente convinti che costruire una rete anche con gli altri Municipi di Roma su questo tema ci permettarà di vivere la nostra città in un modo diverso e sempre più partecipe.
Per tentare di convincere anche i più scettici, vorremmo segnalare il sito http://www.camminareweb.it da cui abbiamo estratto questo interessante elenco di motivi per i quali vale la pena ritagliare un piccolo spazio della nostra giornata per dedicarci alla cura del nostro corpo, della nostra mente ed al piacere di conversare con amici e conoscenti:

1) Camminare fa bene al cuore
I benefici cardiovascolari sono molteplici: in un camminatore abituale il cuore risulta più grosso poichè le cavità si allargano per contenere maggoiri quantità di sangue in quanto le paereti, costituite da tessuto muscolare, si rinforzano e si ispessiscono.  Camminare fa bene ai polmoni

2) Camminare fa bene ai polmoni
L'apparato respiratorio ne trae beneficio, perchè camminando abitualmente i muscoli annessi alla cassa toracica si rinforzano permettendo così un ampliamento dello spazio per i polmoni i quali possono espandersi carichi di ossigeno. Ciò induce ad una diminuzione della frequenza respiratoria poichè la quantità di aria che si espelle dopo un rigonfiamento massimo del torace è maggiore. Tuttavia è bene ricordare che per trarre beneficio a livello polmonare è necessario camminare in "zone verdi", ovvero in campagna, nei boschi o nei parchi dove si respira aria pura e non inquinata.

3) Camminare fa bene alle ossa
Fa depositare i sali di calcio che proteggono, almeno in parte, dall’osteoporosi. Quindi camminare abitualmente permette anche di prevenire l'osteoporosi.

4) Camminare tonifica i muscoli
Nell'azione motoria del camminare vengono coinvolti i principali muscoli del corpo, non solo quelli degli arti inferiori ma anche quelli degli arti superiori permettendo quindi una tonificazione generale.

5) Camminare migliora la circolazione
Le pareti dei vasi che diventanto più elastiche grazie all'esercizio fisico consentono una migliore circolazione sanguigna, in quanto il sangue scorre nei vasi incontrando meno resistenza e quindi di conseguenza diminuisce la pressione sanguigna e migliora il ritorno venoso del sangue al cuore. Infatti, uno studio dell'Università di Osaka ha dimostrato che una camminata di 20 minuti al giorno per 5 giorni la settimana riduce del 12% il rischio di ipertensione e malattie cardiovascolari.

6) Camminare combatte lo stress
Apporta benefici anche al sistema nervoso, in quanto è un'attività fisica piacevole e induce un rilassamento che giova a ristabilire l'equilibrio compromesso dai ritmi frenetici della vita quotidiana. Lo confermano dei neurologi americani, che effettuando l'encefalogramma ai viaggiatori hanno rilevato che cambiare ambiente e avvertire il passaggio delle stagioni nel corso dell'anno stimola i ritmi cerebrali e contribuisce ad un senso di benessere, di iniziativa e di motivazione.

7) Camminare ottimizza l'umore
Il movimento è la migliore cura per la malinconia come sapeva Robert Burton (l'autore di The Anatomy of Melancholy). "I cieli stessi girano attorno di continuo, il sole sorge e tramonta, stelle e pianeti mantengono costanti i loro moti, l'aria è in perpetuo agitata dai venti, le acque crescono e calano...per insegnarci che dovremmo essere sempre in movimento".

8) Camminare affina le capacità senso-percettive
Questa piacevole attività fisica antistress è anche capace di affinare la nostra capacità di percepire attraverso i cinque sensi. 
Si modifica il tatto in quanto, le mani sono spesso a contatto con temperature fredde oppure vengono adoperate per crearsi passaggi attraverso cespugli. 
La vista è sempre sollecitata dai panorami che possiamo ammirare durante il cammino. 
Il nostro olfatto viene sollecitato dai particolari odori della natura, l'odore della terra, dei fiori, degli alberi...
Anche il gusto può essere sollecitato, magari assaggiando i frutti selvatici che troviamo lungo il cammino in "zone verdi" o bevendo l'acqua delle sorgenti. 
L'udito, viene costantemente sollecitato, dal rumore dei nostri passi, dal canto degli uccelli, dal fruscio delle foglio o semplicemete concentrarsi sul silenzio.

Fantastico! Sono sicuro che ora sei convinto che il camminare aiuta tanto a raggiungere il benessere psicofisico.
La cosa più bella è che si può decidere di camminare ovunque ed in qualsiasi momento senza spendere soldi.
L'unico costo che devi affrontare è quello per l'acquisto di un buon paio di scarpe. 
E' molto importante indossare calzature comode per camminare onde evitare di affaticare o danneggiare i piedi. 
Per camminare vanno benissimo un buon paio di scarpe da trekking o da running." 

A martedì!!

mercoledì 26 giugno 2013

Buone vacanze e ....appuntamento a settembre!!!

Passeggiando passeggiando siamo arrivati alla pausa estiva.
Giovedì 27 giugno alle 19.00 ultimo appuntamento di "passeggiate" prima delle vacanze.
Sarà un occasione per salutarci e speriamo, perciò, di vedervi in tanti.
Prima di salutarvi e darvi appuntamento a martedì 10 settembre sempre alle ore 19.00, sempre da Largo Oriani, alcune riflessioni e qualche informazione.
Vogliamo innanzi tutto ringraziare tutti i camminatori per aver svolto un'attività fisica che speriamo li abbia gratificati personalmente ma che ha sicuramente consentito a tutti noi di vivere un fenomeno nuovo, che abbiamo scoperto essere molto più diffuso di quanto potessimo pensare all'inizio di questa avventura, utile anche per riappropriarci dei luoghi del nostro bel quartiere e, perché no, a rilassare anche la mente socializzando.
Un grazie anche a coloro che pur non potendo venire ci hanno aiutato a diffondere l'iniziativa, agli assidui come ai saltuari, perché, pur ritenendo che la frequenza costante sia importante per la salute ed il benessere,  pensiamo che questo sia un punto di aggregazione e non di costrizione.
Nonostante il tempo non sia stato sempre favorevole, non abbiamo mancato nessuno degli appuntamenti di questo mese e mezzo e gli oltre 1500 accessi al blog da tutto il mondo ci fanno sperare per il futuro.
Se i piedi si prenderanno una pausa di riposo così non sarà per il nostro blog.
Durante i prossimi mesi continueremo comunque ad aggiornarlo con le informazioni sulle iniziative del nostro territorio e di qualunque evento culturale ci vogliate segnalare, ad inserire i nuovi percorsi, insomma.....a rimanere in rete.
Sperando comunque di vederci giovedì......Buone Vacanze a tutti!!!!


Informazioni sugli Eventi:

Rassegna Accademia Filarmonica Romana
Dopo il successo del concerto all'Auditorium Parco della Musica, continua la rassegna presso i giardini dell'Accademia Filarmonica Romana con performance, concerti e sonorizzazione dello spazio.

Un percorso spettacolare, costituito da raggi di musica e di luce.
Dal 24 al 28 di giugno, nell'ambito del "Bosco di Eros" organizzato dall'Accademia Filarmonica Romana.

Per infowww.artescienza.info www.crm-music.it
tutto il programma è consultabile su:www.filarmonicaromana.org



Monteverdelegge

Lunedì 1 luglio: Plautillavia Colautti 28-30, ore 17: Scatti di vita, un incontro con il grande fotografo Mario Dondero.

Giovedì 4 luglio, Plautilla, via Colautti 28-30, ore 18: Di cosa parliamo quando parliamo di rosa, un incontro con Gabriella Giacometti ed Elisa Flumeri, autrici diL'amore è un bacio di dama.
Sabato 6 luglio, Plautilla, via Colautti 28-30, ore 11Un vento spopolato. Paolo Morelli e Fabio Donalisio leggono Giorgio Caproni.

venerdì 14 giugno 2013

A ricercar il fresco perduto...

Il tanto atteso bel tempo è al fin arrivato.
Purtroppo ha portato con sé un caldo non proprio piacevole per chi lavora e/o studia....ma non disperiamo perché grazie alla presenza di magnifiche oasi verdi nel nostro territorio possiamo, per ora, continuare le nostre passeggiate.
L'itineriario, con qualche estemporanea modifica, è sempre il numero 2, perciò vi aspettiamo alla solita ora.....a Largo Oriani.
Non possiamo esimerci dal menzionare che di settimana in settimana qualche amico di "passeggiate" ci rende partecipi di altre iniziative come la nostra non soltanto nel fattivo Nord (Asl di Cesena, Asl di Milano, Cesenatico....etc..) ma persino qui a Roma!!!
Un gruppo di volenterosi di Ostia, altro fortunato territorio per passeggiare, (L'Altro Alimento e l'Associazione Culturale Angelo Maria Ricci) patrocinato dal Municipio X (ex XIII) nell'ambito del Progetto Salute e Benessere, è da un anno che organizzano il sabato mattina la "camminata a passo costante" (per dettagli potrete andare sul portale di Roma Capitale).
La notizia non può che renderci felici ed ancora più motivati a contribuire nel nostro piccolo alla diffusione di una pratica sana, gratuita ed altamente sociale.
Siamo certi che non mancheranno nuove sorprese nella nostra bella città e speriamo si possa creare una catena di informazione che sproni ogni territorio a ricostruire quel tessuto di solidarietà e convivialità la cui trama appare oggi piuttosto lisa.
Un grazie a tutti i partecipanti per l'assiduità e la puntualità dimostrata.

venerdì 7 giugno 2013

Uno scorcio di Roma...

Le passeggiate di questa settimana si sono svolte seguendo l'itierario n.2 e quindi attraversando anche Villa Sciarra.
L'esperienza è stata decisamente positiva e per questo abbiamo deciso di prolungarla nelle prossime settimane.
Non solo la presenza di una vegetazione ricca e diversificata, con alcuni elementi che lasciano il visitatore senza fiato, ma l'aprirsi, d'un tratto, di un panorama così magico ci ha davvero entusiasmato.
A questo hanno contribuito il cielo finalmente azzurro, in particolare giovedì, e l'orario che ci ha permesso di cogliere una tavolozza di colori degni della città eterna.
Vogliamo, con piacere, ringraziare un gruppo di cittadini di Monteverde nuovo, che come noi hanno iniziato un'attività di passeggiate nel loro territorio, per esserci venuti a trovare e per aver condiviso qualche ora insieme raccontandoci della loro esperienza.
La consapevolezza che si stia diffondendo anche in un territorio difficile come Roma, così come a Milano ed in altre grandi città non avvezze come i piccoli centri ad usare le proprie strade per fare attività sportiva, aggiunge una carica nuova al nostro progetto.
Lo spirito che pervade tutte le iniziative che ci è capitato di scoprire è sempre olistico. Il benessere dell'individuo nella sua interezza.
Passeggiare perché fa bene alla salute, scarica dallo stress di ogni giorno ma anche per conoscersi, scambiarsi idee sul proprio territorio, scambiarsi informazioni, in definitiva aiutarci reciprocamente a condurre uno stile di vita più "umano".
Noi ci crediamo, non siamo i soli e.....aspettiamo anche i più scettici....

mercoledì 29 maggio 2013

Passeggiamo a Villa Sciarra

Sfidando ancora questo clima autunnale, giovedì 30 maggio continueremo le nostre passeggiate secondo l'itinerario 1.

A partire da martedì 4 giugno, sempre con partenza da Largo Oriani, iniziamo un nuovo itinerario.ITINERARIO 2
Pensiamo che valga la pena attraversare questo piacevole giardino sfruttando l'occasione di poter godere della luce fino a tarda sera.

Per chi non conoscesse la storia della Villa un breve racconto.

Villa Sciarra è una delle ville urbane del nostro quartiere con un'estensione di sette ettari e mezzo. Prende il nome dalla famiglia nobile pontificia degli Sciarra.
La storia di Villa Sciarra inizia in epoca antecedente a quella romana, quando in quella zona era situato un santuario consacrato alla ninfa Furrina.
Più tardi in questa area sorsero i famosi "Orti di Cesare", che, scendendo da Monteverde, declinavano fino al Tevere.
Nel 1549 il terreno venne acquistato da privati e su di esso venne edificato un primo edificio.
In seguito, nel 1575, l'area in cui si trova la villa fu acquistata dal monsignor Innocenzo Malvasia, che vi edificò l'omonimo Casino, un edificio a due piani con loggia.
Nel 1614 la proprietà fu acquistata da Gaspare Rivaldi, appaltatore delle Dogane Pontificie. Successivamente l'area acquistò notevole valore ed importanza in quanto, a seguito della costruzione delle Mura Gianicolensi, da villa extraurbana divenne urbana.
Nel 1647 la villa fu acquistata dal cardinale Antonio Barberini, già proprietario del Casino Malvasia, mentre nel 1710 fu venduta al cardinale Pietro Ottoboni, che la mantenne fino alla sua morte nel 1740.
In seguito divenne di nuovo di proprietà dei Barberini, e precisamente di Cornelia Costanza Barberini, moglie di Giulio Cesare Colonna di Sciarra, sotto i quali la villa venne ingrandita, fino ad occupare tutta l'area del Gianicolo e di Monteverde compresa tra le antiche mura Aureliane e le nuove Mura Gainicolensi, ed abbellita con l'acquisto, tra gli altri, dell'Orto Crescenzi nel 1811.
Nel periodo della Repubblica Romana (1849) il Casino Barberini e il Casino Malvasia vennero fortemente danneggiati dai combattimenti tra le truppe italiane e quelle francesi. I Barberini restaurarono in seguito il Casino nelle forme originarie, ma la proprietà fu poi persa dal principe Maffeo II degli Sciarra in seguito ad errate speculazioni finanziarie. Il terreno intorno a Villa Sciarra venne così lottizzato in base alle convenzioni stipulate nel 1889 tra il comune di Roma, la Compagnia Fondiaria Italiana e lo stesso principe, e divenne area edificabile. Mentre la villa, rimasta proprietà degli Sciarra, venne poi ceduta nel 1896 a George Clarke e quindi alla Società di Credito ed Industria Fondiaria Edilizia, da cui l'acquistarono il 15 maggio 1902 gli ultimi proprietari: George Wurts, un americano appassionato di giardini, e sua moglie Henriette Tower, ricca ereditiera di Filadelfia.
I coniugi fecero ristrutturare completamente la palazzina in stile neo rinascimentale e ridisegnare il giardino: vi sistemarono numerose statue settecentesche in arenaria provenienti dal Palazzo Visconti di Brignano Gera d'Adda, in provincia di Bergamo, a sua volta caduto in rovina e venduto all'asta nel 1892.
Nel 1906 venne avviato il progetto per la costruzione del Castelletto in stile neogotico, che fu poi realizzato nel 1908-1910. Sempre nel 1908 vennero iniziati i lavori per la realizzazione degli ingressi di Via Calandrelli.
George Wurts morì nel 1928 e due anni dopo la moglie donò la villa allo Stato Italiano ponendo la condizione che questa fosse destinata a parco pubblico.

Non perdete l'occasione!!!!!